L’erisimo (sisymbrium officinalis) appartiene alla famiglia delle Crucifere o Brassicaceae: è una pianta annuale alta da 40 a 80 cm., con foglie profondamente frastagliate, frutti secchi allungati (silique) e fiori gialli con quattro petali a croce (caratteristica che dà il nome alle crocifere) raccolti in grappoli.


Questa piantina dall’aspetto poco appariscente cresce in tutta Europa, dal mare alle zone submontane nei luoghi incolti, vicino a macerie e lungo le strade e i muri.
Se ne utilizza la parte aerea fiorita, recidendo i fusti a 15-20 cm. da terra in maggio-giugno.

L’erisimo è ricco di tannini, composti solforati, mucillagini e glucosidi che ne determinano l’azione emolliente e lenitiva delle mucose delle prime vie aeree (gola, faringe, laringe): per questo nel corso dei secoli si è meritato l’appellativo di erba dei cantanti e viene utilizzato da chiunque debba lavorare con la voce: oratori, insegnanti, attori ecc.
La tisana di erisimo infatti allevia le infiammazioni della gola e dà un rapido sollievo soprattutto in caso di raucedine e afonia… si racconta che nel 1951 il famoso tenore Tito Schipa, afono solo 2 ore prima di andare in scena, riuscisse a cantare grazie a un decotto di erisimo!
Inoltre è indicato come fluidificante bronchiale e perciò utilissimo per la tosse e l’irritazione di gola dei fumatori.

 


Una curiosità: le foglie tenere e fresche e le infiorescenze non ancora fiorite vengono utilizzate in cucina crude nelle insalate, cotte in frittata o tritate nelle salse.

Il modo migliore per sfruttarne le proprietà consiste nel fare gargarismi con un infuso preparato con un cucchiaino di pianta in un bicchiere d’acqua, ma se ne può bere anche una tazzina al giorno, sorseggiandolo a cucchiai dopo averlo dolcificato con un buon miele di castagno o di eucalipto.

 


Attualmente esistono diversi preparati erboristici a base di erisimo:

 

  • la soluzione idroalcolica, indicata sia per gargarismi e sciacqui che per assunzione orale
  • lo spray arricchito con oli essenziali
  • le tavolette da sciogliere in bocca
  • lo sciroppo per sfruttarne l’azione fluidificante

erisimo
 

questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per fini statistici e per facilitare la navigazione. proseguendo nella navigazione se ne accetta l'utilizzo.