L'inizio dell'autunno si può considerare il vero "punto di partenza" dell'anno: è in questo periodo che tutto riprende, che diamo il via ai nuovi progetti o ricominciamo ad impegnarci per portare avanti ciò che la pausa estiva ha interrotto. [cfr. ad esempio il cabudanni sardo e il calendario bizantino]
Spesso però il ritorno ai ritmi di lavoro, la sveglia mattutina che diminuisce le ore di sonno, le maggiori responsabilità e, non ultima, la diminuzione delle ore di luce rendono difficile…

continua la lettura

Diffondere uno o più oli essenziali nell' ambiente è il modo più naturale per profumare la casa, il luogo di lavoro o l'automobile evitando l'uso di prodotti di sintesi, spesso causa di reazioni allergiche.
Inoltre gli oli essenziali non si limitano ad eliminare gli odori sgradevoli ma hanno effetti positivi sull' umore, sulla capacità di concentrazione, possono favorire il sonno ed il rilassamento o al contrario avere un'azione energizzante; possono aiutarci a respirare meglio e purificare…

continua la lettura

possiamo usare gli oli essenziali per risolvere piccoli problemi quotidiani

 

ACIDITA’

cardamomo,garofano chiodi

massaggi

ACNE

geranio,limone, ginepro, lavanda, bergamotto,

vetiver,rosmarino, tea tree

massaggi,vapori al viso

ALITOSI

menta,rosmarino, timo, mirra

sciacqui

ANSIA,INSONNIA,

STRESS

melissa,lavanda, tiglio, neroli, benzoino,

patchouli,sandalo, ylang-ylang, rosa, incenso

bagni,massaggi,

diffusione

ARTRITE

REUMATISMI

maggiorana,rosmarino,…

continua la lettura

A seconda dell’azione che vogliamo ottenere potremo usare gli oli essenziali per

MASSAGGI

30-40 gocce in 100 ml. di un olio di base (jojoba, mandorle, avocado, cartamo, rosa mosqueta ecc.).Oppure 3-5 gocce per un cucchiaio da tavola.

BAGNI

Miscelare 20-25 gocce (in totale) di uno o più oli essenziali in 3 cucchiai di miele, panna o latte in polvere o in 250 gr. di Sali del Mar Morto, quindi mescolare all’acqua.

FRIZIONI

Ottenere una lozione alcolica unendo 6 gocce di O.E. a 5…

continua la lettura

Per creare un profumo unico e personale è sufficiente conoscere alcune regole di base:


a seconda delle singole caratteristiche e della persistenza dell’aroma agli oli essenziali viene attribuita una “nota”:

  • note di testa: oli dinamici, estroversi, molto volatili, che perciò diffondono immediatamente il loro aroma ma non persistenti. Adatti a chi cerca concentrazione. Es.arancio dolce e amaro, bergamotto, cajeput, cardamomo, citronella, cumino, estragone, eucalipto, lemongrass, mandarino,…

continua la lettura

Gli oli essenziali (O.E.) sono dei miscugli aromatici di sostanze organiche diverse (alcoli, aldeidi, chetoni, acidi, esteri ,terpeni ecc.) ottenuti da un’ unica pianta di cui conservano sapore ed odore.
Ad esempio l’O.E. di Rosmarino è ottenuto unicamente da Rosmarinus officinalis ed ha il profumo ed il sapore di un rametto appena colto dalla pianta!

Si tratta di oli volatili (che cioè evaporano facilmente) pochissimo solubili in acqua (ma solubili in alcool e olio) e che si ossidano…

continua la lettura

 

questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per fini statistici e per facilitare la navigazione. proseguendo nella navigazione se ne accetta l'utilizzo.